Il peeling chimico è una metodica che consiste nell’applicazione di sostanze in grado di accelerare il rinnovamento cutaneo, attraverso l’eliminazione controllata di strati epidermici e dermici. Il successivo processo di rigenerazione tissutale permette di trattare alcune affezioni cutanee e/o migliorarne gli aspetti estetici. Il tipo di peeling utilizzato determina in modo più o meno profondo…

Le principali manifestazioni dell’invecchiamento della pelle sono rappresentate dalla riduzione di elasticità e di turgore cutaneo. Già dalla terza-quarta decade di vita la pelle inizia un processo di perdita della normale idratazione, con rallentamento della produzione di molecole strutturali quali l’acido ialuronico, e un accumulo di sostanze che inducono uno stress ossidativo, acquisendo un aspetto…

La comparsa delle rughe costituisce uno dei principali elementi dell’invecchiamento cutaneo. La cute perde fisiologicamente spessore e volume nel corso degli anni per effetto della riduzione di fibre collagene, acido ialuronico ed elastina. Anche la dinamica della muscolatura mimica del volto contribuisce alla formazione delle rughe. Inizialmente le rughe di espressione sono visibili solo al…

I nevi (o “nei”) melanocitari rappresentano lesioni benigne formate dai melanociti, le cellule responsabili della pigmentazione. Il melanoma è una neoplasia maligna che può insorgere su cute sana o su un nevo melanocitico acquisito, congenito, preesistente o in contiguità con essi. I sintomi del melanoma sono praticamente assenti o poco apparenti, e comunque tardivi. L’incidenza…

L’acne rappresenta una patologia infiammatoria del follicolo pilifero e della ghiandola sebacea, estremamente frequente in età adolescenziale, ma che può perdurare anche più a lungo nel giovane adulto, soprattutto nel sesso femminile. Si stima che l’acne colpisca circa il 50-95% degli adolescenti in occidente. Negli adulti di età superiore a 25 anni la prevalenza di…

L’onicomicosi rappresenta un’infezione micotica (fungina) della lamina ungueale di piedi e mani, con tendenza a cronicizzare e scarsa probabilità di risoluzione spontanea. Rappresenta ad oggi una patologia sempre più frequente, la cui prevalenza aumenta sensibilmente con l’età (circa il 2-10% negli adulti). Si riconoscono diverse varianti cliniche, indipendentemente dalla specie fungina responsabile. La presenza di…

La dermatite atopica (DA) è una malattia infiammatoria pruriginosa a carattere cronico-recidivante, con fasi acute e croniche, spesso presenti contemporaneamente. La DA ha un’origine multifattoriale, in cui la predisposizione genetica e l’ambiente giocano entrambi un ruolo importante. Ha una prevalenza del 2-5% nella popolazione generale e fino al 10-20% nella popolazione pediatrica, con una massima…

Il lichen sclero-atrofico (LSA), o lichen sclerosus, è una malattia a carattere infiammatorio cronico, che può interessare qualsiasi area della pelle, ma che possiede una particolare predisposizione a localizzarsi a livello genitale. Può esordire in età infantile-adolescenziale o nell’adulto, con un’incidenza maggiore nel sesso femminile. L’origine e i fattori scatenanti di questa patologia non sono…

La vitiligine è una patologia depigmentante che colpisce circa lo 0,5-1% della popolazione mondiale, senza differenze di sesso o razziali, potendo comparire in qualsiasi epoca della vita. Si caratterizza per la comparsa di chiazze amelanotiche (“bianche”) o ipomelanotiche, con distribuzione e grandezza variabili. I meccanismi responsabili di questa malattia sono ancora poco conosciuti, ma le…

Le verruche genitali (o ano-genitali), chiamate anche “condilomi”, sono lesioni cutanee o mucose provocate dall’infezione da Papillomavirus umano (HPV). L’infezione da HPV è la più comune tra le infezioni virali a trasmissione sessuale. L’infezione ano-genitale da HPV è ugualmente frequente nei due sessi ed è trasmessa quasi esclusivamente attraverso il contatto sessuale. In tutti i…

Per appuntamento:        +39 349.0576539

Privacy Policy